• facebook
  • youtube
MUSIC ON

IVAN SEGRETO ALL’OPERA

È tornato sulle scene senza clamore dopo 5 anni di assenza, solo con la sua musica e con la sua voce. Lo abbiamo visto qualche giorno fa al Roxy Bar di Red Ronnie, tardi molto tardi, forse mezzanotte, e prima ci ha incuriositi con il suo racconto, poi ci ha conquistato con una reinterpretazione del “Nessun dorma” di Giacomo Puccini solo piano e batteria (elettronica). La sua versione è un fotonico, incandescente inno alle coscienze. Perde il crescendo orchestrale di Puccini, ma raggiunge lo stesso il climax attraverso un sapiente uso dell’elettronica e soprattutto attraverso il suo virtuosismo vocale; una voce che spogliata dell’impostazione lirica appare naturale, quindi più autentica, più credibile, più empatica.

Su Spotify scopriamo un EP uscito di recente, a giugno. Si intitola Métasi, ed è un viaggio intimo ed esistenziale, tra musica elettronica e concetti spirituali. Intenso, intelligente, bello. E scopriamo anche un duetto con Sonia Spinello, uscito a ottobre; si intitola “Sottile“, come le loro voci, come l’approccio alla musica e al canto, come “la vita che celebra”, senza clamore, senza scandali, ma con gioia e amore. Semplice e bellissimo. Bentornato Ivan Segreto.

1+
Previous «